Nuova puntata de L’angolo del giornalaio dedicata ai poteri forti. Il giornalaio prende spunto dall’elezione di Donald Trump alla Casa Bianca e pur non essendo un fan del neo presidente americano sostiene che si debba rispettare la decisione del popolo sovrano. Dopo aver affrontato una disamina del neo-liberismo  con critiche a questo tipo di economia, riepiloga come i poteri forti siano stati in difficoltà piu’ di una volta,  in Venezuela sotto la presidenza di Chavez, così come in Argentina dopo la rivolta popolare del 2001. fino ad arrivare alla rivoluzione silenziosa dell’Islanda.

Clicca sul player per ascoltare la trasmissione

I poteri forti e l’angolo del giornalaio

Non è la prima volta che il giornalaio si cimenta in commenti sulla globalizzazione e sul neo-liberismo. Già nelle puntate Lettera a Mario Monti e L’asso di picche aveva sottolineasto l’ingordigis di questa economia e le sue contraddizioni.

Numerose sono state le puntate di successo de L’angolo del giornalaio, da Così è se vi pare, a L’Ancièn Regime fino ad arrivare a Meglio in Italia con paragoni tra le innocenti passioni italiane e quelle ben più pericolose degli americani.

Se volete ascoltare l’intera collection de L’angolo del giornalaio potete andare su questo link laddove troverete tutto dalla prima trasmissione fino a quella odierna.

La trasmissione non ha mai avuto una cadenza periodica ben definita, ma viene trasmessa ogni qual volta accade un fatto, un evento o una discussione in un periodo particolare.Generalmente molto breve (non piu’ di 15 minuti massimo di durata) , è proprio per questo che probabilmente ha riscosso successo, in quanto non prevede un lungo ascolto che nelle radio web riteniamo essere sconveniente.

L’ANGOLO DEL GIORNALAIO