In questa puntata particolare il giornalaio elabora una sorta di teoria delle idee su argomenti spesso affrontati sia dai media che dalla gente comune partendo della considerazione che ormai l’ideologia non ha piu’ motivo di esistere.Inizialmente egli racconta la sua storia di votante dagli anni 80 in poi e di come non abbia mai votato per un’ideologia ma per scelte di volta in volta differenti.

Poi elaborando la teoria delle idee, affronta molti argomenti dall’aborto, alle unioni civili passando per la scuola e la sanità,l’economia.

 Teoria delle idee

teoria delle idee

teoria delle idee

Dopo aver affrontato questi argomenti il giornalaio afferma che “il libero pensiero è ciò che esalta l’individualita’ di ogni persona“, con una velata critica a chi ha idee basate sull’ ideologia o su soluzioni troppo schematiche

.
Per ascoltare la trasmissione cliccate sul player

Teoria delle idee e angolo del giornalaio

Al termine della trasmissione invita gli ascoltatori a non considerare troppo le sue parole in quanto “…io sono e resto un semplice giornalaio” un invito a non considerare troppo le sue idee  che sono frutto di un non intellettuale libero pensiero.

Numerose sono state le puntate di successo de L’angolo del giornalaio, da Così è se vi pare, a L’Ancièn Regime fino ad arrivare a Meglio in Italia con paragoni tra le innocenti passioni italiane e quelle ben più pericolose degli americani.

Se volete ascoltare l’intera collection de L’angolo del giornalaio potete andare su questo link laddove troverete tutto dalla prima trasmissione fino a quella odierna.

La trasmissione non ha mai avuto una cadenza periodica ben definita, ma viene trasmessa ogni qual volta accade un fatto, un evento o una discussione in un periodo particolare.Generalmente molto breve (non piu’ di 15 minuti massimo di durata) , è proprio per questo che probabilmente ha riscosso successo, in quanto non prevede un lungo ascolto che nelle radio web riteniamo essere sconveniente.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

L’ANGOLO DEL GIORNALAIO